Le origini del gioco d’azzardo in Cina

Le origini del gioco d’azzardo in Cina

Per quanto nell’immaginario comune il gioco d’azzardo ci possa sembrare un fenomeno relativamente moderno, nato prima nei lussuosi casinò sparsi in tutto il globo, e oggi diffuso in modo capillare grazie ai casinò online e ai siti di scommesse, ci sono diverse testimonianze che questo passatempo fosse molto diffuso anche nell’antichità.

Rimanendo in Europa, è noto che sia gli antichi Greci che i Romani avevano l’abitudine di giocare d’azzardo, ma non è presso questi popoli che si è originato il gioco, bensì, come vale per molte altre cose, le testimonianze più antiche sono quelle che provengono dall’Estremo Oriente.

In questo articolo, infatti, andremo ad indagare le origini del gioco d’azzardo in Cina, elencando alcuni dei giochi più antichi che hanno avuto origine proprio in questa parte del mondo, e andremo anche a fare una parentesi sulla situazione attuale del gioco d’azzardo in questo Paese.

100% fino a 1000€ + 10€ Senza Deposito
Termini & Condizioni
Snai opera in virtù delle licenze, rilasciate e regolamentate dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli (Autorità per il Gioco a distanza in Italia).
  • Bonus di 5€ senza deposito
  • Affidabilità e sicurezza
  • Tantissime Slot con Jackpot almeno 50
100% fino a 500€
Termini & Condizioni
Dobet Casino opera in virtù delle licenze, rilasciate e regolamentate dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli (Autorità per il Gioco a distanza in Italia).
Fino a 200 Free Spin sul primo deposito
Termini & Condizioni
BBet Casino opera in virtù delle licenze, rilasciate e regolamentate dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli (Autorità per il Gioco a distanza in Italia).
  • Fino a 200 Free Spin sul primo deposito
  • Registrazione Facile da Eseguire
  • Ottimo Servizio Clienti
100% fino a 1.000€
Termini & Condizioni
William Hill Casinò opera in virtù delle licenze, rilasciate e regolamentate dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli (Autorità per il Gioco a distanza in Italia).
  • Bonus fino a 1.000€
  • Registrazione Facile da Eseguire
  • Ottimo Servizio Clienti
125% fino a 500€ con 20€ senza deposito
Termini & Condizioni
888 Casinò opera in virtù delle licenze, rilasciate e regolamentate dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli (Autorità per il Gioco a distanza in Italia).
  • Software di Proprietò creato ad hoc per i tutti i tipi di giocatori
  • 20€ di Bonus senza deposito
  • Non ha limiti di Prelievo

Il gioco d’azzardo nell’Antica Cina

Il gioco d’azzardo nell’Antica Cina

Sebbene non si sia riusciti a stabilire una data precisa in cui questa forma di divertimento sia sorta in Cina, si hanno delle testimonianze che ne datano la nascita attorno al 2300 a.C., quindi oltre 800 anni prima rispetto ai più antichi reperti trovati in Egitto, ovvero dei dadi in avorio e delle tavole che nominano il gioco d’azzardo, rinvenute nella zona delle piramidi di Giza.

Del resto, sappiamo con certezza che l’antico popolo cinese è l’inventore sia della carta che delle banconote, e questo rende molto plausibile che qui si siano originate anche le prime carte da gioco, anche se a far nascere alcuni dei giochi orientali più famosi è stata l’introduzione di tessere in legno, con cui da millenni si gioca sia a Keno che a Mahjong, giochi molto conosciuti ed apprezzati ancora oggi.

Keno è stato spesso soprannominato la tombola cinese, e si tratta di uno dei giochi più antichi al mondo, a cui sono legate anche moltissime leggende, come quella che narra che il denaro raccolto da questo gioco sia servito a costruire la Grande Muraglia.

Questo gioco consiste nell’estrazione casuale delle tessere che comprendono 80 possibili variazioni, e prima dell’estrazione ogni giocatore deve scegliere la propria combinazione di ideogrammi, sperando chiaramente di possedere quella vincente.

Anche il Mahjong si gioca utilizzando delle tessere, e in particolare ogni giocatore deve riuscire a creare delle specifiche combinazioni con le tessere in suo possesso, e il primo che ci riesce vince la partita.

Nella stessa Cina, a causa della vastità del territorio, esistono molte varianti di questo gioco, e nel corso degli anni ne sono sorte molte anche in Occidente, di cui una anche in Italia, specialmente a Ravenna, dove negli anni ’20 giunsero molti venditori ambulanti cinesi che vi giocavano nel tempo libero agli angoli delle strade, appassionando anche i locali.

Il gioco d’azzardo nella Cina di oggi

Il gioco d’azzardo nella Cina di oggi

Con la nascita della Repubblica Popolare Cinese nel 1949, guidata dal partito comunista, qualsiasi forma di gioco d’azzardo venne proibita in quanto considerato come simbolo della corruzione del capitalismo, per poi essere riabilitato con la Rivoluzione Culturale iniziata nel 1966.

Al giorno d’oggi, giocare a carte, a Keno o a Mahjong è una popolare forma di socialità in Cina, ma per il resto il rapporto con il gioco d’azzardo è piuttosto controverso.

Se da un lato sono considerate legali le scommesse sportive e le lotterie nazionali, come la Lotteria Sportiva e la Lotteria di Stato, dall’altro lato la legge prevede che tutte le altre attività legate al gioco d’azzardo siano vietate, anche se molto spesso esistono delle lotterie non ufficiali, che però non sono affidabili perché possono essere chiuse in qualsiasi momento.

La situazione invece è ben diversa nelle città-stato di Hong Kong e Macao, dove il gioco d’azzardo è completamente legale e anzi, non molti anni fa Macao ha surclassato Las Vegas diventando la vera capitale mondiale del gioco d’azzardo, con un casinò fisico per chilometro quadrato.

Le opportunità che si possono trovare nei casinò di Macao sono davvero infinite, e spaziano dalle scommesse sportive ai giochi da tavolo, dove si possono trovare sia i grandi classici come roulette, poker o blackjack, ma anche dei giochi tipici dell’Oriente, come Keno, Sic Bo o Fan Tan.

Relevant news